Il post-sbronza da RITORNO AL FUTURO PARTE II

Insomma il 21 ottobre 2015 è andato e ora il futuro è diventato passato. Un po’ è sentirsi vecchio, e un po’ è essere dispiaciuto. Dispiaciuto dal futuro che sta dentro un telefonino e non fluttua su un hoverboard. Tu sei uno degli ultimi figli degli Anni 80. Per essere più precisi, sei uno di quelli nati proprio sul finire di quel decennio. Di quelli, per intendersi, che non avevano coscienza di sé durante gli 80, ma che vissero della sua eredità il decennio successivo. Un decennio di VHS, prime serate che cominciavano alle 20.45 e pellicole che avrebbero segnato quello che chiamano Immaginario collettivo. Ma tu ancora non lo sapevi.

Tony Hawk Pro Skater 2015
Tony Hawk Pro Skater 2015

Non sei stato coinvolto nell’entusiasmo collettivo per l’uscita di Ritorno Al Futuro il secondo, niente tutti insieme appassionatamente di pomeriggio al cinema più vicino. No, no potevi, avevi circa 2 anni e la tua concezione del mondo era abbastanza confusa. A cercare bene sull’internet, viene fuori che Parte Seconda venne trasmesso in prima visione su Rai Due Martedì 8 dicembre 1992. MilleNovecentoNovantaDue, che non è solo un’idea di Stefano Accorsi. Avevi 5 anni e facevi la pipì a letto. Un anno più tardi  ti avrebbero portato al cinema a vedere Jurassic Park e lì qualcosa di potentissimo ti avrebbe travolto. Tipo una cinquina in faccia formato Tyrannosaurus rex che ti avrebbe stordito per i restanti 30 anni. Ma questa è un’altra storia. Qui si sta parlando di Marty McFly e di Doc. Qui si viaggia su una DeLoreandove andiamo non ci servono strade

Mad Max: Fury Road
Mad Max: Fury Road

Ritorno al futuro Parte II fa parte di quella schiera di numeri 2 messi in onda a rotazione la domenica pomeriggio su Italia 1 o nel Lunedì Cinema di Rai 1. Pellicole come Aliens, Terminator 2 e forse anche Ghostbusters 2 che erano il seguito di qualcosa, ma tu eri troppo piccolo e stupido per capirne cosa fosse quel qualcosa. Tu assorbivi e basta. Il mondo era meno complicato di adesso, non c’erano prequel, spin-off o reboot, ma tutto era anche meno raggiungibile. Era tutto molto più analogico e quello che vedevi era quello che passava in tv (quando l’antenna prendeva bene) o sulle VHS duplicate che ti spacciava tuo cugino di qualche anno più vecchio ( le basi del peer-to-peer). Per te, piccolo bambino con le orecchie a sventola e la cartella rigida dei Transformes, Ritorno al futuro II era IL film con “lui che va nel futuro e ci sono le macchine volanti”. Non il seguito del film in cui Marty va nel passato e deve tornare nel presente. Beata ingenuità.

Lo Hobbit: La Battaglia Delle Cinque Armate
Lo Hobbit: La Battaglia Delle Cinque Armate

Non hai un ricordo preciso di quando hai visto per la prima volta Ritorno al futuro 2, ma è come ci fosse sempre stato dentro di te, come per i bambini. Non ti ricordi il momento esatto in cui hai capito come nascono i bambini, ad un certo punto lo hai saputo. Punto e basta. E così per quel film, ad un certo punto arrivò. Fu un’illuminazione, una visione folgorante che deflagrò dentro il tuo cervellino in via di formazione e…e basta. Fu amore. A ripensarci ora, quasi ti scende una lacrimuccia. Eh si, perché lo stupore con cui ti lasciavi abbagliare dagli squali giganti in 3d, sai che non tornerà. Ora sei un grande, e anche se leggi i fumetti e ti esalti come un bambino, purtroppo l’hai appena detto: è solo un come.

Alla Ricerca Di Nemo 19
Sharknado 3

Ora i festeggiamenti sono finti e i bomberini rossi sono tornanati negli armadi. Ora che le 88 miglia orarie sono state superate, proprio ora, a te viene spontaneo un Si però che cazzo… Perchè è tutto molto bello,  Si però che cazzo… era roba mia. Perchè 20 anni fa, in quel paesino di neanche 3000 persone dove o giocavi a calcio, o giocavi calcio, eri praticamente l’unico a guardare certe cose. In quel paesino di provincia, dove tutto arrivava dopo, tu avevi voglia di guardare oltre. Si ok, è un guardarti le scarpe e lamentarsi perchè sono sporche, è ridurre un fenomeno globale, alla tua piccola esperienza personale. Ma visto che questo è il tuo blog, un Si però che cazzo… te lo concedi, almeno quello. Tutto lascia il tempo che trova, lo sai. E anche questa mania da Ritorno Al Futuro è già scemata. Certo ora, con una Delorean che viaggia nel tempo, torneresti a trovare qual bambino un po’ sfigatello che giocava con gli X-men e aveva passioni strane e gli diresti solo una cosa:

Tieni duro, alla fine vinciamo noi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...