Superman & Friends – La recensione di BATMAN v SUPERMAN

Ne avevi già parlato qui della tua estrema diffidenza verso questo Batman V Superman: Dawn of JusticePerché? Perché non ti fidi di Zack Snyder, perché non ti era piaciuto Man of Steel e perché tutto questo Epico scontro tra supereroi ti sembrava solo una messa in scena per recuperare terreno con la concorrenza e fregarla sul tempo. Roba del tipo Allora la Marvel è partita 8 anni fa a mettere le basi per far si che in Civil War i super tizi si picchino tra di loro, noi invece in un unico film ci sbattiamo dentro tutto, bruciamo la concorrenza e speriamo che funzioni. E no, mi dispiace. Non funziona.

maxresdefault2
I pregi? La colonna sonora. Grazie Hans.

I pregi (pochi) e i difetti (tanti) di Batman V Superman li hai trovati tutti dentro i primi 5 minuti del film, cosa molto comoda da una parte per metterti il cuore in pace e non arrabbiarti più di tanto per i restanti 148 minuti, e dall’altra molto utile per evitare super-spoiler in questo post. Preoccupazione inutile lo so, visto che ci ha già pensato il full-mega-trailerone a svelare praticamente ogni cosa. Dicevi, i primi 5 minuti. Il film parte dalla battaglia finale di Man Of Steel vista dal basso. Vista dagli occhi di Bruce Wayne che corre a salvare la gente. Bella, bellissima idea. La distruzione eccessiva e strabordante di quel discutibilissimo finale, vista dal basso. Dall’uomo della strada. Peccato che tutto diventa una sequenza di esplosioni e salvataggi al limite del ridicolo con un product placement grosso così (dove per grosso così intendi grosso quanto Ben Affleck in questo film). Si, perché lo spot della Jeep Renegade che gira in tv, non è uno spot per il lancio del film, ma UN pezzo del film. Batman V Superman è tutto così a tuo avviso. Belle idee, sfruttate malissimo, mescolate a sequenze epiche, collegate in modo del tutto grossolano. Tutto questo per mascherare il fine ultimo di questa pellicola: quello di essere un mega spot di 2 ore e mezza per giustificare la produzione di Justice League.

batman-v-superman-dawn-of-justice-trailer
Gli altri hanno trovato trovato traffico, ma arrivano.

Anche se non è uno con cui usciresti il sabato sera, non metti in dubbio le qualità di Snyder nel fare girare l’azione. A livello estetico ci sono alcuni passaggi, anche semplici inquadrature, che dimostrano una certa conoscenza del mezzo con cui sta lavorando, del materiale che ha per le mani e del pubblico a cui è diretto. Solo che poi finisce per calcare sempre troppo la mano con esplosioni gigantesche e scontri confusi e iper eccessivi di tutto. Dove nel tutto ci stanno ovviamente i palazzi che crollano, quelli non mancano mai. . Solo che stavolta sono giustificati da delle voci fuori campo che ci tengono a precisare che la zona dove si combatte è disabitata, mi sa che Zack se le un po’ presa per le critiche sullo sfacello finale nel precedente Superman. In mezzo a questa baraonda di tutto e di più, a farne le spese sono ovviamente i personaggi. Il conflitto interiore di Superman è molto interessante, quanto il suo dover rispondere alle conseguenze delle sue azioni, peccato che venga distrutto da una santificazione cristiana un pelino pretenziosa nell’accostarlo al nuovo Messia. Un pochino eh, peccato per quelle croci sulle macerie dopo la battaglia finale. Ma andiamo avanti. Il Batman di Ben Affleck è molto combattuto, vecchio e piegato sotto il peso del suo ruolo di giustiziere solitario. Perfetto, molto Cavaliere Oscuro di Frank Miller, solo che alla lunga stufa la sua mono espressione, sempre lì tutti tesi e incazzati neri. E poi il suo personaggio viene letteralmente buttato dentro alla centrifuga che è Batman v Superman e ne esce massacrato. Capisco che non è il caso di rispiegare chi è Bruce Wayne e tutta la storia alle sue spalle perché il pubblico la conosce, ma questo non è il Batman di Burton, o il Batman di Nolan, questo è un altro Batman le cui motivazioni non sono chiare e non si capisce dove e da quando agisce.  Del tipo che ad un certo punto, nel primo incontro tra i due (si, quello con la Batmobile del trailer), Superman fa riferimento al Bat-segnale. Sequenza super potente, iconica. Ma si fa riferimento ad una cosa che fino a prima non era mai stata presente all’interno del film. Per questo avresti preferito che fosse uscito prima Suicide Squad, così da identificare e collocare questo Batman in questo universo narrativo. Ma il Batman V Superman, purtroppo, è tutto così. Come quando prepari una valigia all’ultimo, buttando dentro un sacco di cose e sperando di non esserti dimenticato niente.

1445376509146-cached
L’unico Batman al mondo con il neo sulla guancia

Non da meno sono i due villian del film (si sono due, spoilerati dal trailer). Da una parte un Lex Luthor troppo simile ad un qualsiasi altro Joker, mosso (come tutti i protagonisti di questo film) da delle motivazioni inconsistenti che lo portano ad architettare un piano malvagio che fa acqua da tutte le parti e non ha alcun senso. Dall’altra parte Doomsday che fa, beh fa Doomsday. Solo che nei fumetti può anche funzionare un villain alieno dall’aspetto mostruoso e ipertrofico, dotato di caratteristici spuntoni ossei e zanne, celebre per essere stato colui che ha ucciso Kal-El, ma al cinema risulta inefficace. O peggio, ridicolo. Ora, tu non sei un grande fan della DC comics, perché hai sempre trovato i suoi eroi fuori tempo massimo ed incapaci di adattarsi alle esigenze del pubblico moderno. Capisci la difficoltà di adattare un personaggio praticamente onnipotente che se ne va in giro con un mantello rosso svolazzante, per renderlo plausibile al cinema. Però il Wolverine di X-Men non va mica in giro con una tutina gialla e nera. Capito il discorso?

batman-v-superman-trailer-doomsday-heat-vision
E tutto in pessima CGI

Poi c’è un altro problema. Un problema che per alcuni può essere influente, ma per te lettore e appassionato di fumetti, ma soprattutto amante di Batman, è un problema enorme. Enorme quanto due Ben Affleck. Ora, qui ci sta una piccola allerta spoiler. Quindi chi non ha visto il film e non vuole saperne niente, salti pure al disegnetto dei ventilatori, che se non l’avete ancora capito sono i voti, tipo le stelline dei siti seri. Tutti gli altri possono seguirmi:

Dicevi, un problema enorme. Un errore gravissimo. Quale? Batman non uccide. Lo ripeto per dare enfasi: NON uccide. E’ il limite del personaggio,ma anche la sua caratteristica fondamentale. In fin dei conti al povero Bruce gli hanno seccato la famiglia davanti gli occhi, c’ha i suoi buoni motivi se odia le pistole. Quindi Batman NON spara, NON tocca nemmeno le armi da fuoco. Gli fanno schifo, tipo a te lo spritz liscio. Manco lo tocchi. Fare usare un’arma a Batman in un film, o fargli far saltare in aria macchine cariche di uomini, è un gravissimo errore, per te imperdonabile. Alcuni non capiranno questa tua posizione, certo. E tu non sei nemmeno di quelli che vogliono la fedeltà assoluta nei film tratti dai fumetti, ma Batman non uccide. Far si che accada in un film è snaturare il personaggio, è come rinarrare le origini di Superman e inventarsi che non viene da Kripton, ma che è un esperimento di laboratorio. Non cambia nulla nel suo insieme, ma toglie i punti di riferimento e il contatto con la storia originale.

2 .jpg

2 su 5, forse eccessivamente drastico come voto, ma alla fine non ne potevi più. Volevi che finisse in fretta. Il grosso problema è che Batman V Superman è pieno di roba, troppa roba. C’è materiale per due buoni film, ma schiacciato tutto insieme ne esce un polpettone di cattivo gusto. Ad un certo punto compaiono super tizi ovunque (Wonder Woman che nel suo personaggio con tutina striminzita e abiti succinti e la misoginia fatta cinema) e il mondo diventa improvvisamente piccolo. Metropolis è misteriosamente vicinissima a Gotham, roba del tipo che se ti affaccia al bancone vedi Batman svolazzare. Troppa roba, troppa confusione e troppe linee narrative che si accavallano senza mai dire veramente niente. Come se Snyder avesse in mente due o tre scene super fighe (e ci sono), ma nel collegarle si sia inventato di tutto pur di giustificarle.

Batman V Superman, che sarebbe più onesto chiamare Batman & Superman visto che il VS dura circa 10 minuti, è un film da pop corn per ragazzi, nonostante il tono serioso che si vuole forzatamente mettere addosso. Tipo l’Independence Day dei superhero movie. Un film che visto a 10 anni ti esalta tantissimo e pensi sia il capolavoro definitivo. Rivisto oggi, con un po’ di sale in zucca, è un mediocre film con i palazzi che esplodono.

Zack Snyder
Roland Emmerich

6 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...