Quei Bei Ragazzi – La Recensione di THE NICE GUYS

C’è un film tra i tanti, che da piccolo ti ha segnato in maniera profonda, e quindi in qualche modo ha influito nella tua crescita attraverso l’età buia dell’adolescenza. E forse ha influito nelle tue scelte anche  in età adulta. Un film che si ricordano in pochi, è quei pochi lo disprezzano. Troppo strano, troppo sconsiderato e soprattutto troppo fuori dalle righe. Che film era? Era Last Action Hero. Uno dei film più costosi di sempre (per gli anni ’90), e anche uno dei grandi flop. Un film d’azione, mescolato ad una mezza fiaba per bambini. Il tuo primo incontro/scontro con la metareferenzialità. Il cinema action anni 90 che prende in giro se stesso. Una mezza boiata forse, ma sta di fatto che per te, al tempo, fu un film bellissimo. Alla regia c’era San John McTiernan, il santo protettore dell’action hard boiled anni 90. Ma la sceneggiatura era opera di un altro che aveva un nome da super duro, un certo Shane Black. Ecco, ora indovina un po’ chi è il regista di The Nice Guys?

predator-1987-02
Si, centra anche con Predator

The Nice Guys ha dentro tutto quello che tu vuoi trovare in un film. C’è la grande indagine contorta che non porta a niente, un dozzina di personaggi assurdi, tantissima azione, bella musica, belle macchine e la coppia di protagonisti più azzeccata degli ultimi anni. Parliamoci chiaro, quando la storia ha il ritmo incalzante e hai per le mani due attori in super forma come Russell Crowe e Ryan Gosling sei già ben oltre la metà dell’opera. Il resto c’è lo metti tu. E se quel tu è lo sceneggiatore di capisaldi del genere tipo Arma Letale o L’Ultimo Dei Boys Scout è lecito, e doveroso, aspettarsi molto. Ed è lecito e soddisfacente il fatto che tu sia uscito dalla sala con un sorrisone enorme, tanto ti pareva di essere torna ai tuoi 10 anni.

TNG_Day_#41_01222015-172.dng
Gran Thetf Auto: Los Angeles

Il punto di forza di The Nice Guys per te è proprio quel gusto anni 90 che ha la pellicola. Quel gusto di scazzottatate e battuta sempre pronta, tipica del miglior John McLane, il tutto condito da una scrittura fulminante e da una caratterizzazione dei personaggi eccellente. Mettici poi che l’ambientazione è una Los Angeles anni ’70 molto psicotropa, inquinata e sexy, e tutto diventa improvvisamente irresistibile. A trascinare tutto, e a fare da collante a questa assurda vicenda, sono i due Nice Guys sballottati tra un’inseguimento e l’altro. Ora, per te Ryan Gosling resterà per sempre Young Hercules e non riuscirai mai a percepirlo come un sex symbol, ma vince a mani basso il Premio Idiota Dell’Anno per la bravura con cui riesce a gestire la goffagine del suo personaggio e per quanto ti abbia fatto piegare dal ridere in certi passaggi. Ad accompagnarlo c’è un enorme (nel senso di ciccionissimo, ma anche bravissimo) Russel Crowe che è semplicemente perfetto nel ruolo del tira pugni, ma con un cuore.

5

5 su 5. Ti è piaciuto davvero tantissimo The Nice Guys e lo consigli veramente a chiunque, forse perché sono questi i film che a te fanno impazzire. Divertenti, scanzonati, ma fatti con estrema cura. E poi va ben lo ammetti. C’è quel lato sentimentale e un po’ malinconico del te bambino, che ritrovi 20 anni dopo al cinema. Da una parte pensi che sia volontà dello stesso Shane, mantenere questo legame con il suo essere bambino, vedi la bellissima sequenza con cui si apre il film e l’importanza del personaggio di Holly. Dall’altra parte la verità è che sei contento di dimenticarti, a volte, di portare per convenzione sociale questi 30 anni.

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...