Il nuovo trailer di Spider-Man: Homecoming

Nel lasso di tempo in cui hai messo in pausa il blog, nel mondo sono successe un paio di cosette. Tipo Lady Gaga al Superbowl o tu che fai 30 anni. Robette così insomma. Sono usciti anche una valanga di trailer, che ormai sono la vera linfa vitale di Hollywood, tant’è che ormai un film lo giudichi dal trailer, neanche più dalla locandina.  

spideyposter

E’ uscito quello di Guardiani della Galassia Vol.2, scemotto e fracassone il tanto che ti aspettavi, tanto da farti sperare nel meglio. Poi quello di Justice League scuro e confuso, tanto da farti pensare al peggio. Deadpool che fa il coglione, e Gal Gadot che fa la figa e le riesce molto bene.  Nel mezzo Vin Diesel (e la sua allegra famigliola) che ormai ha perso qualsiasi controllo sulla sua creatura (e ti piace da matti) e Ridley Scott che riprende in mano la sua di creatura, e questo ti fa tanta, tanta paura.

Poi oggi ecco che ti esce il nuovo trailer Spider-Man: Homecoming. Per te, il film più atteso dell’anno e, sotto un certo punto di vista, anche il più importante dell’Universo Cinematografico Marvel. Almeno fino ad ora. Perché dopo che mamma Marvel ha detto alla Sony Fatti da parte, ci penso io la responsabilità sul groppone si fa sentire. E si sa, da grandi poteri…

Che la scelta di Tom Holland fosse perfetta, era chiaro già da Civil War, quindi lì era una scommessa vinta in partenza. Un po’ meno chiaro era il ruolo del cattivo, affidato per uno strano cortocircuito filmico a Michael Keaton che torna in un film sui supereroi mascherati (dopo Batman) e per di più volanti (dopo Birdman). Può funzionare? Ma si, ha la faccia da badass giusta questo Avvoltoio, meno vecchio del personaggio originale del fumetto, ma con il giubbino che ti fa tanto Kraven, il cacciatore del quartiere. Di contorno c’è la combriccola dei piccoli nemici(ciao, mi chiamo Shocker), tanto per far numero e ripescare qua e là qualche vecchio personaggio. Quello che mancava da capire, rumors vari a parte che non leggi mai, era l’andazzo della storia, perchè sotto sotto è la stessa solfa trita e ritrita da ormai 5 film sull’Arrampica Muri. Ti piace l’idea di un Tony Stark padre putativo, sempre con quel pizzico di arroganza che non fa mai male. Ti piace la nuova zia May, ma più in generale di piace tutta l’ambientazione liceale. Scelta molto, molto azzeccata. A nessuno piace uno Spider-man adulto. A nessuno.

spiderman-homecoming

C’è tanto (tantissimo) del nuovo Spider-Man aka Miles Morales, tanto che ti aspettavi sotto il costume un ragazzino nero ad un certo punto. Un Uomo Ragno alleggerito, senza un background pesantissimo alle spalle, senza il dover ri-spiegare tutto di nuovo ancora. E pace all’anima del povero zio Ben. Poi magari nel film ci sarà un mega spiegone di mezz’ora sulle origini del personaggio, ma non ci conti più di tanto. La sensazione è buona, anzi buonissima. Insomma c’è speranza. Il 6 luglio capirai se ben riposta.

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...