La Lega della Noia – JUSTICE LEAGUE la recensione

 

Diciamocelo, non è che avessi chissà quali grandi aspettative su Justice League. Ma neanche volevi andare al cinema prevenuto e finire a criticare sempre i soliti difetti. Avevi fatto anche i compitini, ti eri perfino guardato Wonder Woman la sera prima, tanto per non arrivare impreparato. Insomma, tu il tuo ce l’hai messo per sederti in sala con la mente più aperta possibile. Poi il tizio di fianco a te puzzava in maniera terribile e a 5 minuti dall’inizio del film è entrata in sala un’orda di venti bambini urlanti, che hanno smesso di urlare solo 120 minuti dopo. E il film? Ma più o meno Justice League è tutto qui.

Se non volete spendere 8 euro, ma volete vedere lo stesso Justice League, guardatevi il trailer. Risparmiate tempo, riplasmiate soldi e oltretutto è legale. No davvero, non è la solita critica che muovi ai film targati DC, o meglio, è la solita critica che muovi ai film targati DC, ma per un altro motivo. La sensazione generale che hai avuto mentre il film procedeva è che sostanzialmente nessuno ci credesse in questa Lega di supertizi. Ma tipo neanche lo stagista che portava il caffè, per intenderci. Justice Leauge è un film fatto perchè ormai andava fatto. Sembra quasi che dopo la disgrazia che ha costretto Zack Snyder a mollare le redini del progetto, i dirigenti della Warner si siano seduti al tavolo e abbiano deciso di impacchettare il film così com’era, dando a Joss Whedon la possibilità di alleggerire un po’ il tono, perchè tanto la gente al cinema ci va lo stesso. Che il film sia bello o meno. E in quella gente ci sei anche tu, purtroppo.

Cose a caso con musiche a caso

Justice League è un film senza epicità e senza epica, con un nemico ridicolo, in cui rischi perfino di confondere i protagonisti, perchè sono tutti uguali. Non hanno un background storico, sono gestiti in maniera macchinosa, senza una caratterizzazione precisa, e finisce che sotto il costume da pipistrello, potrebbe esserci Tony Stark per quel che ne sai. Batman fa le battutine, che forse è peggio che sparare. Acuaqman fa cose in maniera incoerente. Flash fa battute fastidiose e senza tempo comico. E Cyborg boh, non hai capito a cosa serve. L’unica che si salva, e non solo per le inquadrature da dietro quando porta i pantaloni in pelle, è Wonder Woman. Non è che il suo personaggio sia gestito meglio, ma forse Gal Gadot è l’unica dentro lì che si impegna, che ci crede nel suo personaggio. La stessa sensazione che ti aveva dato nel suo film da solita. Un prodotto mediocre, in cui l’unica cosa che salvati era appunto lei.

3765_gal_gadot
Brava, anzi forse bravissima

Per il resto continui a trovare Ben Affleck il peggior Batman di sempre, ma proprio per colpa sua. Per la faccia che fa, che ti fa quasi rimpiangere Val Kimmer. E se non è credibile lui, non lo sono i suoi ideali, ne tanto meno la sua squadra. Non ti va neanche di darci un voto a Justice League, perchè non vale la pena. No davvero, non ha nessuna utilità. L’unica cosa positiva è che dura relativamente poco rispetto ai mattoni che propinava Snyder (scusa, scusa, non parlerò mai più male di te). An si, visto che il film procedeva e non era richiesta la tua attenzione hai mentalmente stilato una lista delle cose tutte sbagliate che succedono in 120 minuti. Visto che c’è un piccolo spoiler (anche se è abbastanza palese di cosa stai parlando), magari ecco dateci una letta dopo la visione del film. O del trailer.

justice_league_ben_affleck_batman_0
E Clooney è ancora lì a scusarsi per i capezzoli del suo costume
  •  Da quello che dice l’Ispettore Gordon, Batman è in giro da 20 anni a Gotham. Eppure la sensazione generale è che sia tipo apparso ieri.
  • Il bat-segnale funziona solo nelle giornate di pioggia.
  • Bruce Wayne ha un neo sulla mascella, ma porta una maschera che gli copre gli occhi per non farsi riconoscere.
  • Gli atlantidei hanno barba e capelli lunghissimi, ma per il resto neanche un pelo.
  • A Superman a quanto pare invece cresce il pelo solo sul petto.
  • A Smallville deve esserci la sede mondiale della Kellogg’s, visto l’estensione dei campi di grano.
  • Ci sono tre cubi magici che possono distruggere il mondo, e sono custoditi a cazzo.
  • Non ho minimamente capito quale fosse il piano di Steppenwolf.
  • Gli sgherri di Steppenwolf hanno dei fucili. Così, a caso.
  • A quanto pare in Russia non hanno internet.
  • Tutto sto casino, il mondo che rischia di essere distrutto, ma magari se si evitava di resuscitare l’altro e si nascondeva meglio l’ultima scatola, il problema era risolto.

3 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...