Freddie Mercury Tribute Movie – La recensione di BOHEMIAN RHAPSODY

Credi ci sia un preciso momento della vita di ogni persona che passa attraverso l’ascolto dei Queen. Per te è stato il frangente di tempo tra i 16 e i 18 anni, periodo di formazione musicale che ti portava a ricercare qualcosa di diverso. Di grande. Crescendo i Queen li hai persi per strada, troppo barocchi e pomposi per essere la colonna sonoro di un giovane arrabbiato con il mondo. Poi però si invecchia e quello che succede a Freddie Mercury e i Queen è quello che succede con Max Pezzali e gli 883. Per quanto li eviti, per quanto tu li posso rinnegare, basta la sera giusta e qualche bicchiere in più e ti rendi conto di sapere tutte le loro canzoni a memoria. Ma proprio tutte.

Il problema dei film biografici è sempre quello dell’attinenza alla realtà, soprattutto quando si tratta di film musicali, soprattutto quando si va a toccare quello che è a tutti gli effetti un idolo indiscusso. Quindi la buona riuscita dell’opera passa attraverso due punti cruciali. Il primo è il numero di persone coinvolte nei fatti narrati ancora vive. Visto che Bohemain Rhapsody ruota principalmente attorno alla figura di Freddie Mercury, e visto che a conti fatti è quello non può difendersi, è anche facile che venga raccontato come il personaggio negativo, quello che sbaglia e fa le scelte peggiori. Non metti in dubbio che fosse una prima donna isterica, ma diciamo che Brian May, Roger Taylor e John Deacon ne escono piuttosto puliti dai 134 minuti del film.

Il secondo punto cruciale è il coinvolgimento sentimentale di chi è a capo del carrozzone. In questo caso il regista. In questo caso i registi. Si perchè  Bryan Singer viene allontanato dalla FOX pare per un’inaspettata assenza che ritarderebbe la produzione sembra perchè stesse dando di matto e non si si presentasse per giorni sul set. Al suo posto arriva Dexter Fletcher, chiamato a metterci le pezze e a finire la post-produzione. Poteva essere un bagno di sangue, un film rimaneggiato da più mani e rattoppato all’ultimo prima di spedirlo in sale, invece Bohemian Rhapsody funziona. Ma funziona grazie agli occhi a palla  Rami Malek.

Il film vince nei primi 5 minuti dei titoli di apertura, e negli ultimi 20. Insomma, il concertone del Live Aid. E’ in questi due frangenti che Malek trascina, esplode e si immedesima completamente. L’ultima parte di Bohemian Rdapsody è pazzesca, incredibile. Sembra di essere su quel palco. Lui sembra Freddie Mercury. Anzi lui è Freddie Mercuty. Nel mezzo c’è un film biografico, il solito film biografico. Che racconta una storia fin dove fa comodo, e dove fa comodo. Si nota che ci ha messo le mani più di una persona, che tutto non è amalgamando bene. Insomma si vede che non c’è una visione unica e univoca. Ma è pur sempre un film biografico che deve raccontare una vita, quindi può anche permettersi di essere semplice e diretto.

Per tirare le somme Bohemian Rhapsody non è certamente un capolavoro. Sicuramente è un gran bel film, che poteva essere un disastro visto la sua odissea produttiva. E’ un film biografico che rende onore alla figura dei Queen e soprattutto di Freddie Mercury. E fin qui poteva essere semplicemente questo, ma quei minuti finali, quel pathos che Rami Malek e i suoi occhi da matto ti buttano addosso valgono da soli il prezzo del biglietto. Ma da soli non avrebbe senso, se prima tutto quella dirompere energia non fosse contestualizzata. Non venisse giustificata dal tormento e dalla storia della vita di Freddie, un uomo che voleva fare tutto. Che voleva tutto. E ha rischiato di compromettere tutto e finire solo.

Capito Bryan Singer.

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...