Donne al Wrestling – WWE ROYAL RUMBLE 2019

Una volta guardavi il wrestling per vedere uomini muscolosi che facevano finta di picchiarsi per motivi francamente abbastanza futili. Scontri spesso riconducibili alla stessa spiegazione: dimostrare chi c’è l’ha più lungo . Oggi il tuo wrestler preferito è una cazzutissima rossa irlandese.

Tu eri solito skippare senza tanto pensarci i match di wrestling femminili, perchè il più delle volte erano stupidi, brutti da vedere e pieni di fastidiosissimi urletti che li rendevamo più simili ad un ritrovo di gatte in calore che ad un vero match di wrestling. Non era misoginia, ma una semplice constatazione delle realtà dei fatti. Ieri sera invece di sei sparato le 4 ore e passa della Royal Rumble e la prima metà iìdello show, in gran parte composta da incontri femminili, è stata la migliore. Nettamente superiore alla controparte maschile. Rumble a 30 donne compresa.

La volontà da parte della WWE di puntare molto sul settore femminile è stata forse la decisione migliore presa negli ultimi anni, così ad oggi la tanto sbandierata Evolution del settore femminile è realtà, è sta dando i suoi frutti. Certo, il tutto non esente da difetti o retaggi del passato, cioè tettone super siliconate e tipe che sembrano uscite dalla copertina di Playboy, ma sta di fatto che oggi il pubblico delle arena esplode, intona cori e spesso gli incontri femminili occupano le zone più importanti dei mega live event WWE. D’altronde con personaggi del carisma di Becky Lynch, o lottatrici innovative come Ronda Ruvsey e ammassi di testosterone come Charlotte Flair,la certezza di riuscire nel progetto era abbastanza scontata. Ma anche con le carte migliori sul tavolo, spesso negli anni la WWE ti ha insegnato che sa mandare tutto in malora.

Certo quello che è successo alla fine della Rumble maschile sotto un certo punto di vista potrebbe essere una forma di machismo sfrontato, come a rimettere le cose a posto. Come a dire Amica mia qui si fa sul serio, questo è un altro campionato torna al tuo campetto di paese. Ma non ti va di pensare male e di vedere sempre del marcio.

Tu non sei un grande fan del pubblicamente coretto a tutti i costi, per te ci sono cose che riescono meglio agli uomini che alle donne. E viceversa. Da ieri il wrestling non è più una di queste cose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...