THE LAST OF US

Questa reclusione forzata ti ha fatto riesumare la tua vecchia cara PS3, che ormai serviva solo da soprammobile posapolvere (non è vero, la usi come media center per Neflix e soci, ma così è più romantica la storia). Hai deciso quindi di scaricarti e giocare finalmente a LAST OF US, quello che, nella tua testa, doveva essere l’ultimo gioco prima di dismettere la console e staccare per sempre il joypad.
Perché ormai hai una certa età. Perché tra lavoro e altro c’è poco tempo. Perché ci sono un sacco di altre cose da fare ecc.
Sta di fatto che quello che era cominciato come uno sfizio era diventato un appuntamento quotidiano. Dove tu cercavi di sopravvivere al gioco e la tua ragazza accanto a te sul divano ti dava consigli e indicazioni. La trama, l’ambientazione e lo spessore generale di questa storia facevano il resto.
Ecco insomma. Oggi l’abbiamo finito. Praticamente in due. Come Joel e Ellie. E’ stato bello, a tratti bellissimo.
THE LAST OF US entra di diritto nella lista dei tuoi videogiochi preferiti di sempre. Per gameplay, narrativa e coraggio. Un vero capolavoro.
Il problema ora che è finito che la tua fidanzata sta giocando a PANDEMONIUM e tu hai la dannata fissa per la PS4.
Da questa pandemia ne usciremo tutti profondamente cambiati.
Nel bene e nel male.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...